tproject

Vai ai contenuti

Menu principale:

TPROJECT инженерная компания
Мы инженеры и архитекторы, специализирующиеся в сокращении потребления энергии

Novità 2016: Relazione Tecnica per sostituzione serramenti.
In recepimento al DM 26 giugno 2015, la DGR 6480_2015 ha recepito novità in fatto di redazione di una relazione tecnica; tale documentazione è tuttavia al vaglio di varie interpretazioni da parte delle amministrazioni comunali. E' necessario informarsi presso l'ufficio tecnico comunale prima della sostituzione. Alcuni Comuni della Lombardia richiedevano già in ogni caso la comunicazione ai sensi L.R. 12/2005 anche per mera sostituzione. Si ricorda comunque che i serramenti sono un elemento tecnico di facciata e sono sottoposti a requisiti minimi nella sostituzione per vari motivi (valenza storica per edifici vincolati, requisiti di trasmittanza termica minima, valori di fonoassorbenza, valenza estetica in rapporto all'edificio, ecc...)

VALVOLE E RIPARTITORI Novità Luglio 2016: Aggiornamento del D.Lgs 102/2014 col D.Lgs 141/2016
L'obbligo di adottare la contabilizzazione di calore nei condomini entro fine 2016 è stato confermato in Gazzetta Ufficiale il 25 Luglio 2016 pena sanzione da 500 euro a 2500 euro ad appartamento. Considerando gli aspetti tecnici di questo tipo di lavorazione è necessario fare i lavori entro l'accensione dell'impianto di riscaldamento. Sono stati introdotti i criteri per i quali è possibile adottare criteri di ripartizione forfettari ovvero in analogia ai coefficienti di omogenizzazione ma solo per edifici con unità immobiliari che hanno grandi differenze di consumi in termini di unità di superficie.

UMIDITA' RELATIVA NEGLI AMBIENTI E FORMAZIONE DI MUFFE:
Siamo attivi nella valutazione delle cause della formazione di funghi e alghe in ambienti in cui è scarso il ricircolo di aria dovuto a vari fattori, tra cui la chiusura di partizioni esterne e condotti di esalazione oppure infiltrazioni d'acqua e/o imbibizione di muri controterra. Molte problematiche nascono da interventi di efficentamento che causano danni paralleli. Proponiamo valutazioni e ipotesi di risanamento occupandoci della progettazione e della assistenza alle imprese che sceglierà il cliente finale.


Attività professionali più richieste del 2015:
primo posto: uni10200
secondo posto: riqualificazione centrali termiche
terzo: impianti di spegnimento incendi: reti idranti e sprinkler
quarto: ristrutturazioni edilizie
quinto: detrazioni fiscali serramenti

per preventivi o informazioni:
commerciale@tproject.it

RIPARTITORI E VALVOLE TERMOSTATICHE:
A Luglio 2016 il  Legislatore ha confermato l'obbligo.
La deroga è possibile solo tramite Relazione Tecnica dettagliata da parte di un professionista.
Noi eseguiamo diagnosi energetiche e relazioni tecniche volte alla valutazione costi/benefici oltre al bilanciamento idraulico degli impianti.

RELAZIONE ASSEVERATA PER OVVIARE ALL'OBBLIGO DELLE VALVOLE E RIPARTITORI:
Molti operatori millantano di provvedere a redigere relazioni in cui si determina l'antieconomicità dell'intervento previsto dal D.Lgs 102/2014. Attenzione che non si tratta di una semplice dichiarazione ma deve essere dimostrato e i casi di non "convenienza economica" sono difficili.
Oltretutto bisogna ricordarsi che vale sempre la norma per cui se la caldaia supera i 15 anni è obbligo redigere la relazione di calcolo circa il Rendimento Globale Stagionale raggiunto; il Comune di Milano sta inviando numerosi avvisi ai responsabili degli impianti per chiederne il raggiungimento dei limiti minimi.

COMUNE DI MILANO: OBBLIGO DELLA VALUTAZIONE DI IDONEITA' STATICA DEGLI EDIFICI
Con l'entrata in vigore del Nuovo Regolamento Edilizio del Comune di Milano in data 26 novembre 2014, si rende obbligatoria la Valutazione di Idoneità Statica per edifici che abbiano compiuto 50 anni entro 5 anni dalla data di uscita del bollettino regionale.
L'idoneità statica consiste in un certificato redatto da un tecnico abilitato (Ingegnere e/o architetto) che, a seguito di approfondite indagini, verifica ed assevera che le strutture portanti dell' edificio siano idonee a sopportare i carichi e sovraccarichi per cui sono state progettate; tale certificato dovrà anche indicare gli elementi strutturali che potrebbero non essere idonei per le normative vigenti al momento della redazione del certificato pur non compromettendone la sua regolarità. Il certificato di idoneità statica dovrà, inoltre, essere integrato con una relazione sullo stato di conservazione degli elementi strutturali secondari e degli elementi non strutturali dell’edifico stesso (parapetti, facciate, tamponamenti), tenendo in considerazione il rischio di crollo di elementi esterni e/o su zone comuni ed eventuali lesioni e cedimenti. È fondamentale il rilascio di tale certificazione nei tempi previsti dal Regolamento Edilizio, in quanto il mancato rilascio implica la non agibilità dell’edifico o delle parti di esso non certificate.
Il certificato di idoneità statica dovrà anche essere allegato dal Notaio all'atto di vendita in caso di compravendita. TPROJECT esegue tale attività di redazione di attestato.
OBBLIGO DI CONTABILIZZAZIONE DI CALORE – NUOVE TABELLE MILLESIMALI DI RISCALDAMENTO
Entro il 31 dicembre 2016 è necessario provvede alla installazione di valvole termostatiche nei condomini dotati di impianto centralizzato di riscaldamento ed alla ripartizione dei consumi in base alla norma UNI 10200. Questo vuol dire che a Milano e Provincia il tutto dovrà essere attivo al 15 ottobre 2016, ovvero ad inizio della stagione termica. Questa la procedura che ci aspetta:
Necessario affidare ad un termotecnico la progettazione dell’impianto di contabilizzazione (fortemente consigliata la TPROJECT, naturalmente), comprensiva di:
1) Rilievo dell’involucro edilizio e certificazione dei corpi scaldanti
2) Verifica della situazione impiantistica della Centrale Termica per consigliare eventuali lavori di riqualificazione in virtù degli obblighi di Rendimento Minimo Stagionale Annuo per caldaie superiori ai 15 anni (obbligo di Legge la verifica)
3) Calcolo dei fabbisogni di energia utile delle unità immobiliari
4) Stesura nuove tabelle millesimali
5) Redazione Diagnosi Energetica
6) Verifica portate impianto termico e dimensionamento valvole termostatiche, detentori, raccordi
7) Definizione sistema di contabilizzazione e scelta dei ripartitori in base alle condizioni di installazione
8) Mappatura dell’impianto (tabelle per installazione, da mantenere aggiornate nel corso della vita dell’impianto)
9) Redazione capitolato per scelta impresa e stesura istruzioni per l’uso
10) Affidare al progettista (preferibilmente) la Direzione Lavori, sia per un risultato qualitativo, sia per la contabilità di opere realizzate in parti comuni sia per contabilità all’interno degli appartamenti (l’offerta sul capitolato è a preventivo ma poi esiste un consuntivo).
Appaltare ad un installatore l’esecuzione lavori comprensivo di:
1) Scelta dell’impresa, a parità di prestazioni offerte
2) Montaggio valvole e detentori
3) Preregolazione valvole e montaggio teste termostatiche o cronotermostatiche
4) Programmazione ed Installazione ripartitori ed attivazione sistema di lettura a onde radio
Il progetto è obbligatorio?
Certamente, ma oltre ad esserlo per legge è soprattutto opportuno per l’Amministratore di condominio perchè:
• Garantisce al condomino l’efficacia dell’intervento e fornisce utili strumenti per dare risposte concrete ai Condomini
• Se il progetto dovesse essere sbagliato, il condominio può rivalersi sul Progettista
• Se l’installatore non rispetta il progetto, dovrà risponderne al condominio in caso di contestazioni
• In caso di impianti mal funzionanti è un valido strumento che tutela l’Amministratore e il condominio
• Solo con un’analisi energetica del condominio, il Progettista può indicare le modalità di riparto della spesa conformi alla UNI 10200
Sanzioni:
Il Decreto Legislativo n. 102 del 4 Luglio 2014 all’art. 9, comma 5, lettera D, prevede espressamente che la contabilizzazione dei consumi individuali e la suddivisione delle spese connesse al consumo di calore per il riscaldamento, debba avvenire in relazione agli effettivi prelievi volontari di energia termica utile e ai costi generali per la manutenzione dell’impianto, secondo quanto previsto dalla UNI 10200 e successivi aggiornamenti. L’art.16, comma 8 dello stesso del Decreto Legislativo dispone inoltre che, la ripartizione della spesa effettuata in maniera difforme dai principi evidenziati dalla norma UNI 10200, è sanzionabile da 500 a 2500 euro. Le modalità di calcolo indicate dalla UNI 10200 non prevedono l’utilizzo dei coefficienti correttivi (neanche in Lombardia), di conseguenza il loro utilizzo è da considerarsi non conforme alla legge.
Siamo disponibili ad uscire per un sopralluogo gratuito chiamando il numero verde 800 974117 al fine di presentare un preventivo per la parte di progettazione e direzione lavori. 
ATTENZIONE! PER CHI AVESSE PERSO L'APPUNTAMENTO UTILE DI ACCENSIONE IMPIANTO (entro il 15 ottobre 2016) LE OPERAZIONI DI PREREGOLAZIONE VALVOLE DOVRANNO ESSERE EFFETTUATE A POSTERIORI DALLA DITTA IN QUANTO NON VI E' PIU' TEMPO UTILE. LA PREREGOLAZIONE PUò ESSERE FATTA ANCHE DOPO LE VALVOLE INSTALLATE SENZA SVUOTARE L'IMPIANTO.
pagina aggiornata al 13 novembre 2016
 
Torna ai contenuti | Torna al menu